Ginecomastia

Ginecomastia Vera

La ginecomastia vera è causata da un eccessivo sviluppo della ghiandola mammaria nell’uomo. Le cause sono molteplici: familiarità ereditaria, disturbi ormonali, sovrappeso, obesità. Ovviamente il risentimento psicologico risulta rilevante a causa della presenza di mammelle gonfie e turgide. Rimuovere chirurgicamente l’eccesso di ghiandola mammaria permetterà, quindi, di riacquisire una struttura toracica maschile eliminando problematiche psicologiche ed alimentando l’autostima.

L’intervento viene eseguito con accesso periareolare (circonferenza inferiore dell’areola) in sedazione profonda, richiede circa 90 minuti ed è preferibilmente seguito da una notte di degenza in clinica.

La piccola cicatrice residua guarisce molto bene ed è difficilmente individuabile a distanza di tempo.
Dopo circa 15 giorni le suture vengono rimosse ed il paziente può riprendere le proprie attività relazionali dopo altre 2/4 settimane. Il gonfiore post-intervento si ridurrà progressivamente nel tempo.

Ginecomastia Falsa

La ginecomastia falsa è costituita da un abnorme sviluppo delle mammelle nell’uomo, dove tuttavia la ghiandola mammaria non risulta essere responsabile. Il volume in eccesso è infatti costituito da tessuto adiposo delimitato da tralci fibrosi.

In questo caso una semplice liposcultura, eseguita in anestesia locale, associata a sedazione, permette di risolvere questo fastidioso inestetismo.

Le cicatrici sono minori di 1 cm e risultano pressoché invisibili nel tempo.

L’intervento dura solo 30/45 minuti e si conclude con una medicazione compressiva. È consigliabile prolungare la compressione mediante fasce apposite per circa 45gg.
Generalmente un regime di day-hospital è sufficiente prima della dimissione.
Nei casi più estesi, che richiedono sedazioni più profonde, è preferibile la degenza di una notte in clinica.

La guarigione è rapida, ed il recupero, anche atletico, totale.